SPIRITI

un film di Yukai Ebisuno e Raffaella Mantegazza

Esiste un luogo tra le montagne dell’Honduras dove i riti e le preghiere scandiscono il trascorrere del tempo. Un’anziana donna cammina a piedi nudi nella montagna. Un uomo muore accompagnato da un angelo. Spiriti sono le voci degli antenati e il coraggio di una piccola comunità indigena che preferisce continuare a prendersi cura della Terra piuttosto che venderla.


(Italia-Honduras, 24 min, HD, 2012)

regia: YUKAI EBISUNO e RAFFAELLA MANTEGAZZA

con: PASCUALA VÁSQUEZ e la comunità LENCA di PLAN DE BARRIO (INTIBUCÁ, HONDURAS)

post-produzione audio: MIRKO GUERRA

montaggio: MATTEO TORTONE

produzione: YUKAI EBISUNO and RAFFAELLA MANTEGAZZA

coproduzione: COPINH, CICA, Il Piccolo Cinema

 

Formato: Full HD (1920×1080) Aspect ratio: 16:9 Suono: Dolby Stereo Durata: 24min Lingua: Spanish Sottotitoli disponibili: in English, Italian, French Copia di proiezione: Blu-Ray, DVD, file HD.mov

NOTE DI REGIA

“Prima di tutto viene la spiritualità”. Ogni giorno trascorso insieme a Pascualita, l’anziana curandera della comunità Lenca in cui abbiamo girato il film, è stato segnato da queste parole che durante il montaggio continuavano a tornarci in mente. Una spiritualità basata sul prendersi cura della terra e della propria comunità, che risponde con la saggezza del canto alla minaccia della morte, oggi individuale, domani, forse, collettiva. Una guida verso ciò che è veramente importante. Raccontarlo è significato per noi provare a trasmettere questo insegnamento.

DIARIO DI CAMPO

Durante la nostra esperienza di campo in Honduras come osservatori dei diritti umani del CICA (Collettivo Italia Centro America), siamo stati ospiti nel villaggio indigeno Lenca (aldea) a casa di Pascuala Vásquez, conosciuta da tutti come Doña Pascualita, anziana curandera, guida spirituale della comunità e membro attivo del COPINH con il ruolo di Coordinadora de Cultura

Dall’osservazione quotidiana del suo modo di rapportarsi con i membri più giovani della sua famiglia e della comunità, ma anche nel suo modo di relazionarsi con noi, abbiamo potuto notare quanto sia importante la trasmissione del sapere proveniente da quelli che lei chiama gli abuelenca, crasi di “abuelos lenca”, ossia gli antenati. 

Insegnare ai più giovani la cultura Lenca, attraverso la forma ludica (juegos), l’aprender-haciendo del lavoro, l’ascolto dei racconti della tradizione orale e l’imitazione tramite l’osservazione, sono tutti metodi educativi che vengono messi in pratica costantemente e in ogni luogo (nella casa, nella milpa, nei boschi, nella casa de oración). Ma è soprattutto attraverso la trasmissione delle conoscenze della medicina naturale e i rituali della cura degli infermi che Pascualita cerca di comunicare ai più giovani della comunità i valori che stanno alla base della tradizione e della spiritualità Lenca.

La spiritualità Lenca non pensa infatti gli esseri umani come padroni della natura, ma come parte di essa, per questo ciò che si cerca di trasmettere ai più giovani è una convivenza basata sul rispetto degli esseri umani, animali e piante.

I valori della cultura Lenca sono infatti caratterizzati dalla centralità che viene data alla spiritualità e alla vita comunitaria: attraverso la pratica dei rituali, come  la Compostura de la tierra, viene trasmessa la cultura e allo stesso tempo si rinforza il legame tra i membri della comunità, in quanto il rituale é il momento di aggregazione per eccellenza. 

I rituali religiosi in cui elementi pre e post-coloniali si intrecciano in un sincretismo di culti ancestrali e cattolicesimo, è diventata anche il pretesto per veicolare un messaggio socio-politico di presa di coscienza dei diritti dei Lenca in quanto popolo indigeno.

PREMI

Primo Premio Miglior Cortometraggio al Torino Film Festival 2012 (Italia)

Best Documentary Photography Direction at Salón Internacional de la Luz 2013 (Colombia)

Gran Premio della Giuria all’Opera più originale del concorso al CinemAvvenire Video Festival 2013 (Italia)

Nomination Best Film on Survival of Indigenous People’s at Pärnu International
Documentary and Anthropology Film Festival 2013 (Estonia)

 

Miglior Cortometraggio Italiano

al 30° Torino Film Festival

La Giuria di ITALIANA.CORTI del 30° Torino Film Festival, composta Ilaria Fraioli (Italia), Mario Masini (Italia) e Francesco Munzi (Italia), premia SPIRITI  con la seguente motivazione:

Per averci introdotto nella resistenza di una piccola comunità
indigena dell’Honduras, con uno sguardo limpido e partecipe. Gli spiriti
evocati dai protagonisti emergono nelle immagini attraverso
un’alternanza di quadri viventi resi autentici da una messa in scena
consapevole e visivamente ispirata.

FESTIVAL A CUI IL FILM HA PARTECIPATO

Torino Film Festival 2012 (ITALIA) Piemonte Movie gLocal Film Festival 2013 (ITALIA) Vilnius International Film Festival 2013 (LITHUANIA) Terra di cinema Tremblay-en-France 2013 (FRANCIA) Sguardi sul reale – Festival del Documentario Italiano 2013 (ITALIA) Nepal International Indigenous Film Festival 2013 (NEPAL) Busan International Short Film Festival 2013 (COREA DEL SUD) Salón Internacional de la Luz 2013 (COLOMBIA) Cine a la Calle – Festival Internacional de Cortometrajes 2013 (COLOMBIA) Un Film per la Pace Festival 2013 (ITALIA) CinemAvvenire Video Festival 2013 (ITALIA) Festival dei Corti 2013 (ITALIA) Etnofilmfest – Mostra del documentario etnografico 2013 (ITALIA) Pärnu International Documentary and Anthropology Film Festival 2013 (ESTONIA) Ares Film e Media Festival 2013 (ITALIA) Faitodoc Festival 2013 (ITALIA) Collecchio Video Festival 2013 (ITALIA) SoleLuna Festival 2013 (ITALIA) Corto e Fieno – Festival del cinema rurale 2013 (ITALIA) Oaxaca Film Festival 2013 (MESSICO) Terra di Tutti Film Festival 2013 (ITALIA) Native Spirit Film Festival 2013 (REGNO UNITO) Ânûû-rû âboro 2013 (NUOVA CALEDONIA) Curta Cinema – Rio de Janeiro International Short Film Festival 2013 (BRASILE) Parma Film Festival 2013 (ITALIA) Visionaria 2013 (ITALIA) Intimalente – Etnographic Film Festoval 2013 (ITALIA) Mar del Plata International Film Festival 2013 (ARGENTINA) Popoli e Religioni Film Festival 2013 (ITALIA) Lakino – Latin American Film Festival Berlin 2014 (GERMANIA)

illustazione di Paula, collettivo Cadejo

“Svegliamoci, umanità! Non c’è più tempo. Scuotiamo le coscienze perché stiamo solo contemplando la nostra autodistruzione e lo sfruttamento dovuto al capitalismo rapace, al razzismo e al patriarcato. Il fiume Gualcarque ci ha chiamati e così come tutti gli altri che nel mondo come noi sono minacciati per questo, combattiamo per difendere la madre terra, militarizzata, sfruttata, avvelenata.”

Berta Cáceres, leader indigena Lenca e Goldman Environmental Prize 2015

Collettivo italia centro america (CICA)

Il Collettivo Italia Centro America (CICA) è un collettivo che opera sia in Italia, che in vari Paesi del Centro America a diretto contatto con le realtà di base locali.
Formato da un gruppo di attivistx che hanno vissuto o vivono in America Centrale, promuove
l’articolazione tra le distinte realtà, svolge attività di informazione sulla realtà di lotta che vivono i
popoli centro americani, e di denuncia sulla repressione nei loro confronti e sulle violazioni dei dirittisociali, economici e culturali in generali. In particolare CICA analizza e denuncia gli interessi delle imprese di capitale italiano presenti in America Centrale.

CICA è costituita come associazione ed opera senza alcun fine di lucro. La sede legale è a Bolzano, Italia.

CICA é iscritta al registro provinciale delle organizzazioni di volontariato della Provincia di Bolzano, con decreto n. 149/1.1 del 21.05.2014.

Se vuoi contribuire ad organizzazioni/movimenti in Honduras, indica per il 5×1000 il codice fiscale 94101730219.

Il c/c per donazioni é:
Banca Etica di Milano
c/c 00000127111
IBAN: IT64 G050 1801 6000 0000 0127 111
COD.BIC: ETICIT22XXX

Le donazioni a CICA sono detraibile dalle imposte, secondo D.L. n. 35 del 2005, nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 € annui.

Richiedi una ricevuta attestante la donazione scrivendo a: cica@pec.puchica.org

Grazie!