Senza categoria

crauti fatti in casa

Avete mai provato a fare in casa i crauti?


La fermentazione delle verdure è uno dei processi più interessanti e nello stesso semplici da realizzare in autonomia, senza bisogno di particolari materiali o complicate ricette.
Se volete iniziare a cimentarvi con queste preparazioni casalinghe, vi consigliamo di iniziare con la lettura del libro di Flavio Sacco “Fermentare le verdure” ed.Enea, dove troverete moltissime ricette per fermentare tanti tipi di verdure diverse (ma anche la frutta) e un capitolo iniziale dedicato alla fermentazione degli alimenti, spiegato da un punto di vista scientifico, oltre agli strumenti e alle tecniche per iniziare a fermentare in tutta sicurezza.
Perché la fermentazione è un processo di trasformazione sicuro, se fatto seguendo poche semplici regole di preparazione: come scegliere delle verdure fresche e di stagione (meglio se bio!), fare attenzione alla pulizia degli ambienti e degli strumenti, pesare le verdure e la percentuale di sale da usare (no, in questo caso non si fa ad occhio e il “quanto basta” deve essere calcolato).

Vi riportiamo la ricetta che abbiamo trovato nel libro con il metodo della salatura a secco:
Per 1kg di cavolo cappuccio serve 2,3% di sale, cioè 23g:
– dopo aver pulito e tagliato finemente il cavolo cappuccio, aggiungete il sale e iniziate a massaggiare le foglie con le mani finché non inizierà a rilasciare il suo liquido.
– trasferite il cavolo nel barattolo di fermentazione (precedentemente sterilizzato) e aggiungete un peso in cima assicurandovi che rimanga sommerso dal suo stesso liquido di rilascio e poi coprite con un coperchio.
– ricordatevi di sfiatare i vasetti i primi giorni per eliminare i gas che si producono durante il processo di fermentazione.
– lasciate poi il barattolo chiuso a una temperatura costante di 20-22° per circa 2-3 settimane.

I vostri crauti saranno pronti da mangiare quando avranno assunto un sapore acidulo e la consistenza è rimasta croccante.
Fateci sapere se avete già provato o se avete intenzione di farlo!

Buona fermentazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *