Senza categoria

Komorebi: la luce che filtra tra le foglie degli alberi

Komorebi: a luce che filtra tra le foglie degli alberi

Komorebi (木漏れ日): nella lingua giapponese esistono delle parola che non possono essere tradotte con un solo termine, ma hanno bisogno di più parole per renderne il significato.


Komorebi è la luce che filtra tra le foglie degli alberi, un momento breve, ma inteso, che esprime uno stato d’animo, una sensazione che è sfuggente, come i raggi di sole che filtrano tra le foglie degli alberi di un bosco. Una sensazione magica, ma allo stesso tempo anche malinconica, che ci ricorda l’impermanenza e la mutevolezza costante di tutte le cose.


Ieri è venuto a mancare un nostro caro amico e vicino di casa, tra i fondatori e primi abitanti del Villaggio Verde, abbandonando un corpo ormai debilitato dalla malattia, aggiungendosi alla conta di quelli già lasciati da un’epidemia che rende tragicamente difficile la vicinanza fisica agli ammalati e ai loro cari nel momento in cui ne avrebbero più bisogno.


La sensazione di vuoto e di sospensione che lasciano le morti senza poter assistere e salutare un ultima volta il corpo fisico, rendono ancora più difficile l’elaborazione del lutto. Sembra che non sia successo e che la persona possa tornare da un momento all’altro come ha sempre fatto. La nostra mente prova a difendersi da qualcosa che non riesce a comprendere e che ci fa soffrire.


Per seguire le sue volontà verrà piantato un albero per lui qui al Villaggio Verde, il luogo in cui ha scelto di vivere, che è stata la sua casa e allora ogni volta che la luce filtrerà tra le foglie di quell’albero sarà come se una parte di lui tornasse qui per salutarci ancora.
Buon viaggio Gian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *