Senza categoria

Aglio germogliato

Aglio germogliato

Durante tutto l’anno cerchiamo sempre di proporvi prodotti di alta qualità, sia nostri sia dei colleghi con cui abbiamo scelto di collaborare.


Normalmente non facciamo offerte o “svendite” di prodotti perchè cerchiamo di programmare le produzioni affinchè lo scarto venga minimizzato al massimo e i prodotti meno belli o avanzati, normalmente servono per il nostro autoconsumo.
Ci sono casi in cui però le quantità sono troppe anche per noi e in occasione della Giornata nazionale contro lo spreco alimentare del 5 febbraio, abbiamo deciso di proporvi alcune offerte per non vedere finire nel compost dei prodotti che sono ancora buoni.


Questa settimana trovate quindi due offerte in listino: l’aglio germogliato e le zucche.
Partiamo dalle seconde: abbiamo avuto una buona produzione, ma le zucche non si conserveranno a lungo quando le temperature saliranno e allora abbiamo deciso di abbassarne il prezzo con l’acquisto di 3 pezzi. Si possono pulire e congelare per utilizzarle in un secondo momento se tre sono troppe per il consumo immediato.

Per quanto riguarda l’aglio invece, gli sbalzi di temperatura che ci sono tra il giorno e la notte hanno avviato il processo di germinazione dei bulbi prima del previsto: nonostante l’abbiamo conservato al buio e in un luogo fresco e asciutto, non è stato sufficiente a prevenire la sua germogliazione. Pensavamo di dover scartare questi bulbi, ma ci siamo informati e abbiamo verificato che sono assolutamente commestibili, anzi addirittura più ricchi di proprietà benifiche, con un potere antiossidante maggiore rispetto all’aglio normale.

Gli alimenti germogliati sono semplicemente in una fase di crescita della pianta che, in questa fase, immagazzina maggiori quantità di vitamine per aumentare il suo potere rigenerativo. Il germoglio si può quindi mangiare e non è necessario scartarlo (diversamente dai germogli delle patate che invece non vanno consumati perché sono un concentrato di solanina).
Avremmo anche potuto trapiantare i bulbi germogliati, ma il trapianto dell’aglio viene fatto in autunno e questi bulbi rischierebbero di non arrivare a maturazione in tempo per il momento della raccolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *